home page home page home page home page home page
f in t o
15-09-2019
CON MEZZO MILIONE NON SI SALVA IL NEVEGAL

Né Comune né Regione possono investire in una streuttura privata...

15-09-2019
A BELLUNO I CONSIGLIERI REGIONALI PD

Prima il salvataggio e poi il rilancio del Colle...

08-09-2019
MOLTI CONTRARI ALL' ASFALTO SULLA CALMADA

La valenza storica va rispettata...

  Visitatori : 
          Oggi :  

This will be shown to users with no Flash or Javascript.

Diventa un sostenitore dell'Associazione e contribuisci per il bene del Colle ...
Vai alla sezione dedicata al premio Amici del Nevegal ...
Guarda la situazione in tempo reale con la webcam ...

L'associazione Amici del Nevegal e' un'associazione no-profit che si occupa di sensibilizzare la comunita' e le istituzioni, sulla realta' del Colle del Nevegal. Nella sua attivita' promuove iniziative di carattere sociale e culturali con lo scopo di far conoscere il Nevegal.



Manifestazioni Estate 2019



GLI “AMICI DEL NEVEGÀL” SI TINGONO DI ROSA.


Nato il 18 settembre 1971 il sodalizio, dopo il recente rinnovo delle cariche, vede al timone Tiziana Caldart che succede nella carica di presidente a Ezio De Pra, il quale rimane vice. Sono stati riconfermati per il triennio 2019-2022 gli altri membri del consiglio Direttivo con aggiunta di 2 consiglieri e i Revisori dei conti.


La nuova presidente è “figlia d’arte”. Infatti del padre Bepi Caldart nei bellunesi rimane la memoria di personaggio noto in ambito alpinistico dolomitico, accademico del Cai, membro del Soccorso alpino, capo fondatore delle Giubbe Rosse per soccorso in Nevegal, Presidente dello Sci Club Nevegal e presidente dell’Azienda autonoma di soggiorno e turismo di Belluno. «Lavoro in campo sanitario, di certo al di fuori delle dinamiche del Colle - esordisce Tiziana Caldart - ma è stato mio padre a trasmettermi un grande amore per il Nevegàl e di ciò mi servirò per svolgere al meglio questo mio nuovo incarico».


Ora, subito, gli obiettivi. «Un primo obiettivo - sostiene la neo presidente - è rendere l’Associazione sempre più un punto di riferimento per il Colle anche se in questo momento delicato per il Nevegàl fare volontariato diventa assai complicato. Molti gruppi sorti recentemente, anche attraverso i social network, sono buon segno di interesse per il Nevegàl, pertanto auspico la maggiore collaborazione possibile con essi, in primis con Nevegallika, viste le buone basi poste dal mio predecessore, pur mantenendo separate le caratteristiche di specificità di ciascuno».


Una doverosa sottolineatura: «Ritengo che in un sodalizio la memoria storica non debba mai essere persa, pertanto ho voluto al mio fianco in qualità di vice Ezio De Pra, che in dodici anni di presidenza ha fatto molto e sicuramente mi darà preziosi consigli. Conto molto anche sulla squadra di collaboratori, pertanto ringrazio tutti i componenti vecchi e nuovi del nuovo Direttivo e spero che continueranno a dare una mano per cercare di valorizzare l’Associazione e soprattutto per aiutare il Colle. Noi non godiamo di finanziamenti per cui non entriamo nelle dinamiche di sviluppo del Colle, ma da subito e come sempre saremo a disposizione per collaborare a qualsiasi iniziativa che valorizzi il nostro amato Nevegàl».