News

  • Home
  • Articoli
  • SEMBRA CHE PER LO SCI IL 7 GENNAIO NON SIA UNA DATA SICURA

SEMBRA CHE PER LO SCI IL 7 GENNAIO NON SIA UNA DATA SICURA

Cortina.

Una doccia gelata in merito alle dichiarazioni della presidente dell’Anef Valeria Ghezzi, la quale a seguito della perdurabile situazione sanitaria, ipotizza la riapertura del circo bianco non prima del 20-30 gennaio.

Addio forse al tanto agognato 7 gennaio, data in cui il tutto avrebbe dovuto rientrare alla normalità.

La stessa afferma che se per i suaccennati motivi le aperture venissero autorizzate a febbraio, non avrebbe alcun senso farlo; solo se il via venisse dato per l’ultima decade di gennaio avrebbe un senso, limitatamente e consapevolmente per poter pagare qualche debito “e si sa che le società impiantistiche ne hanno parecchi, e per dare un po’ di lavoro agli stagionali che non possono vivere di disoccupazione”.

Tutto questo è stato parlato in una videoconferenza organizzata da Skipass Panorama nella quale è emersa anche un’altra sgradevole notizia: nessuna pista sarà aperta durante le festività e non potrà essere usata nemmeno per i candidati alle gare.

Mettersi poi a contatto col Governo è un’impresa impossibile “abbiamo sollecitato incontri con Conte, Speranza, Boccia, Gualtieri…ma niente è come se non esistessimo”.

“ In queste condizioni è difficile aprire proprio perché non disponiamo di nessun protocollo”.

Conferma Adriana Ghezzi.

In parte tratto da Il Corriere delle Alpi del 23 dicembre 2020