News

  • Home
  • Articoli
  • IN NEVEGAL I MOLTI TURISTI FANNO RITARDARE I SOCCORSI

IN NEVEGAL I MOLTI TURISTI FANNO RITARDARE I SOCCORSI

La nevicata continua che ha avuto luogo in Nevegal l’altro ieri, ha fatto sì che il giorno successivo, (ieri 8 dicembre giorno festivo dell’Immacolata), abbia fatto confluire sul Colle un considerevole numero di autovetture che per la neve caduta venivano parcheggiate alla “carlona”

Nella tarda mattinata una marea in prevalenza di turisti invadeva il piazzale del Nevegal compromettendo lo svolgimento delle squadre di soccorso della Protezione Civile.

Interessata la Prefettura da parte del sindaco Massaro, furono inviate le forze dell’ordine.

Si è reso necessario il controllo alle dotazioni invernali per le vetture dirette in Faverghera, e al contempo sono stati controllati anche il piazzale e alcuni locali, per il distanziamento e le mascherine.

Va detto che non vi sono state infrazioni e non è stata elevata alcuna contravvenzione alle norme anti Covid.

Altra attenzione è stata rivolta a un’altra frana che ha interessato Piandemonte isolando alcune famiglie, per sicurezza è stata chiusa la strada sottostante.

La Protezione Civile recatasi sul luogo ha predisposto il proprio intervento organizzando gli aiuti necessari.

L’unico modo per ritornare alle loro abitazioni era il rientro per la strada di Ceresera, cui Massaro si è interessato subito per la sua percorribilità.

In parte tratto da Il Corriere delle Alpi del 9 dicembre 2020