News

  • Home
  • Articoli
  • IL MALTEMPO HA INFIERITO INESORABILMENTE SU TUTTA LA NOSTRA PROVINCIA

IL MALTEMPO HA INFIERITO INESORABILMENTE SU TUTTA LA NOSTRA PROVINCIA

Le disastrose condizioni atmosferiche di questi ultimi due tre giorni, oltre ad aver causato danni ingenti in gran parte della nostra provincia alpina, hanno privato di acqua ed energia elettrica varie zone.

Il Nevegal è una di quelle con maggior criticità, e i tecnici hanno lavorato anche nelle ore notturne per bypassare tratti devastati e ripristinare le utenze.

Erano circa 800 le utenze nella giornata di ieri (sabato), senza energia elettrica e l’emergenza non è del tutto rientrata.

Il Piave ingrossato fuori misura, nella serata di ieri si è abbassato quel tanto che ha permesso la riapertura del ponte bailey chiuso dalle 6 del mattino per tutto il giorno, allorquando i sensori avevano segnalato l’innalzamento del fiume.

Nella zona del castionese e del Nevegal la Protezione Civile ha lavorato non poco per rimuovere i gli alberi caduti specie sulle strade, ma anche per liberare i tombini, le caditoie e le griglie intasate dai detriti.

Molte le frane per cui alcune strade si sono dovute chiudere al transito.

Anche la Calmada è rimasta chiusa per il rischi di caduta alberi.

Comunque (fa sapere Massaro), la situazione è ora sotto controllo e continuamente monitorata.

Sembra che le previsione diano neve a quote in cui rientra il Nevegal e questo potrebbe salvare il manto nevoso.

In parte tratto da Il Corriere delle Alpi del 7 dicembre 2020