News

  • Home
  • Articoli
  • PER POTERSI ORGANIZZARE LE SOCIETA’ CHIEDONO LA DATA CERTA DI APERTURA DEGLI IMPIANTI

PER POTERSI ORGANIZZARE LE SOCIETA’ CHIEDONO LA DATA CERTA DI APERTURA DEGLI IMPIANTI

La Conferenza delle Regioni ha approvato le linee guida da seguire per l’utilizzo degli impianti di risalita nelle stazioni sciistiche, e ora si attendono le direttive e il via libera all’apertura degli stessi.

Per potersi organizzare sarebbe necessario conoscere con un congruo anticipo tale data, peraltro fissata al 15 febbraio nel precedente Dcpm.

Due settimane per mettere a punto tutto quanto concerne l’apparato organizzativo, sono abbastanza restrittive e ogni giorno perso mette in difficoltà le società funiviarie, le quali chiedono per tempo risposte adeguate.

L’assessore Federico Caner ricorda come il testo della Conferenza delle Regioni riferisca in merito alla stesse: in “zona rossa” con la chiusura degli impianti, in “zona arancione” con apertura contigentata al 50%, e nella “zona gialla” con aperture di cabinovie e funivie al 50% della capienza mentre le seggiovie potranno funzionare a regime al 100% della capienza.  

Ora al momento della stesura di questo nostro articolo si è appreso che con decorrenza lunedì 1° febbraio il Veneto rientrerà come molte altre regioni in “zona gialla”.

In parte tratto da Il Corriere delle Alpi del Corriere delle Alpi del 29 gennaio 2021