News

NEVE E SPARANEVE IN AZIONE

Oggi due dicembre ci si è svegliati con la prima neve che scendeva, e continua a scendere a larghe falde in tutto il territorio pedemontano e non solo, anche se dal pomeriggio sembra che cesserà.

Abbiamo notizia da Nevegal 2021 che si è cominciato anche a sparare l’artificiale nelle piste del Colle (interessate all’apertura), datosi che il fondo delle stesse risulta ghiacciato da qualche giorno e che gli skipass stagionali scontati si potranno acquistare fino all’otto dicembre.

Se lo spauracchio con ricorrenza pressoché annuale non ci mette lo zampino (lo scirocco per intenderci), la preparazione e il conseguente ricorso all’innevamento con i cannoni, non sarebbe per una volta tanto stato vano e questo è il nostro auspicio.

Altra incognita causata dal Covid sta nelle decisioni e nelle limitazioni che verranno prese a carattere governativo, onde disciplinare ed evitare gli assembramenti; spauracchio che potrebbe far aprire le porte alla terza ondata pandemica se non venissero prese le misure di carattere generale necessarie.

Si evidenzia pertanto che con queste premesse, quanti operano a vario titolo all’interno del buon andamento del Nevegal come di qualsiasi altra stazione invernale, si ha ragione di credere che non dormiranno di sicuro sogni tranquilli.

C’è allora la speranza che si prendano decisioni tali da salvaguardare in primo luogo la salute, ma al contempo anche chi di turismo invernale ci campa.

Belluno, 2 dicembre 2020