News

  • Home
  • Articoli
  • IL PIAZZALE DEL NEVEGAL SARA’ OGGETTO DI INTERVENTI DI ARREDO URBANO

IL PIAZZALE DEL NEVEGAL SARA’ OGGETTO DI INTERVENTI DI ARREDO URBANO

Il Nevegal sarà oggetto di interventi di arredo urbano e il tutto è stato approvato in giunta comunale.

Specie il piazzale che abbisogna (e sono anni che se ne parla alle nostre assemblee) di essere sistemato una volta per tutte.

Se come afferma l’assessore Biagio Giannone “le panchine  precedenti  risalgono agli anni settanta e vanno assolutamente sostituite per migliorare l’aspetto del Nevegal”, allora è anche vero che in una cinquantina d’anni, nonostante l’avvicendamento di primi cittadini e giunte varie, nessuno si è mai preso la briga di metterci mano.

Di proclami (specie riguardanti l’abbellimento del piazzale) si sono riempite le pagine dei giornali, e nel tempo idee progettuali le più varie e di un certo livello, anche riguardanti modifiche radicali con tanto di deviazione stradale al fine di crearne un salottino accogliente, si sono sprecate.

Ora la giunta Massaro ha deciso per una sistemazione decorosa del piazzale il quale è stato idealmente diviso in due zone.

La prima interessa il marciapiede che fronteggia la seggiovia con dotazione di area di sosta confortata da tre panchine, cestino portarifiuti e bacheca informativa.

La seconda interessa la parte prativa a valle (di fronte al marciapiede spartitraffico a nord del piazzale) della Collinetta “degli Amici”, così nomata perché, è proprio la nostra associazione Amici del Nevegal che si è fatta carico da circa un decennio dello sfalcio e della pulizia del sito.

Qui verranno istallate ben otto panchine in legno di pino e pietra come quelle davanti la seggiovia, ma di due modelli diversi, due cestini portarifiuti e una fioriera.

Il costo dell’opera ricorda Giannone sarà attorno ai 23mila euro.

L’intento è anche quello di dotarsi di un’area relax ove si potrà fare il picnic, per fortuna è stata abbandonata l’idea di realizzarla ove insisteva l’ex hotel san Martino proprio nel piazzale, e di decentrarla in un sito migliore sotto tutti i punti di vista.

Complessivamente il progetto completo per migliorare l’accoglienza in Nevegal prevede una spesa di 45mila euro.

In parte tratto da Il Corriere delle Alpi del 17 novembre 2020