News

L’ESITO DELL’INCONTRO OPPOSIZIONE E SINDACO

L’incontro promosso dai gruppi di minoranza con il sindaco Massaro si è incentrato dapprima sulle problematiche della città, per poi incentrarsi su alcune considerazioni sul Nevegal.

Al riguardo Franco Roccon così si esprime:” In otto anni c’era tutto il tempo per elaborare una strategia di gestione, invece è mancato e manca un disegno d’insieme”.

Roccon continua: “Una soluzione si può trovare sedendosi tutti attorno a un tavolo, nel giro di quindici, venti giorni al massimo”.

Paolo Gamba (Belluno è di tutti), ribadisce quanto dichiarato in precedenza, sul fatto che il sindaco Massaro dovrebbe fare una delibera di indirizzo in cui la giunta dichiari la sua volontà di acquisire gli impianti: “perché ad oggi non c’è alcun scritto che testimoni questa scelta. E la stessa delibera venga portata in Consiglio e noi la voteremo”.

Nel citare la piscina comunale come esempio per cui la stessa non sta in piedi senza che il Comune intervenga sulle spese straordinarie, Paolo Gamba chiede che il Nevegal sia trattato allo stesso modo, per il suo ruolo sociale.

Massaro replica: il Nevegal è già stato trattato come se fosse la piscina e questo ha prodotto un intervento della Corte dei Conti”.

“ Se bisogna sostenere il Nevegal rispettando le regole, è quello che stiamo facendo. La delibera di indirizzo? Non è necessaria perché nel Dup è già scritto che si va avanti con l’operazione.

L’anno scorso era stata inserita la necessità di trovare una nuova “governance” per gli impianti.

La procedura va avanti ma ci vuole ancora del tempo.

Per la cabina di regia Massaro replica che “ci sono luoghi istituzionali deputati al confronto”.

Pur avendo con la minoranza visioni divergenti, Massaro ricorda che praticamente  il confronto è sempre costruttivo.

In parte tratto da Il Corriere delle Alpi del 6 ottobre 2020