News

IL NEVEGAL ASPETTA SOLO IL VIA LIBERA

Il Nevegal aspetta solo il via libera per poter riaprire la stagione estiva.

Gli operatori si dicono pronti ad aprire, naturalmente con tutte le indicazioni che verranno date al fine di contenere qualsiasi forma contagio, e nella più assoluta sicurezza di chi vuol godere una vacanza in montagna.

Di per se la montagna non è zona di assembramento, se non per decisione volontaria e quindi irresponsabile.

Certo le distanze di sicurezza e i dispositivi di protezione si pensa saranno indispensabili per non riaccendere pericolosi focolai; e sicuramente ci saranno controlli adeguati.

Anche i bambini (con tutti i crismi della sicurezza), potranno godere e beneficiare dell’aria buona della montagna, ma il tutto è subordinato dall’andamento della situazione con conseguente autorizzazione regionale, sempre che le cose vadano per il verso giusto.

Alessandro Molin della Scuola di sci Nevegal afferma che l’inverno non è stato semplice e citando l’impianto di risalita del Colle, esprime il pensiero che  una cosa è salire distanziati all’aperto e un’altra è salire chiusi in una cabinovia.

Presso la Scuola di Sci sarà possibile frequentare un corso estivo, nel mentre in quota rifugi ed altre realtà ricettive sono pronte ad accogliere gli amanti del Colle.

In parte tratto da Il Corriere delle Alpi del 19 aprile 2020

L'immagine può contenere: fiore, pianta, albero, cielo, natura e spazio all'aperto