News

PROGETTANEVEGALDOMANI NON VA STRUMENTALIZZATO

PROGETTA NEVEGAL DOMANI NON VA STRUMENTALIZZATO

Premesso che nel nostro sito non abbiamo mai dato spazio a diatribe, prese di posizione o battibecchi vari fra qualche politico nostrano, che troppo spesso appaiono sulla stampa locale e troppe volte col solo intento di mettere in cattiva luce l’avversario; non è nostro costume pubblicizzare e allargare le polemiche.
In questo caso però visto che l’oggetto del contendere riguarda in qualche modo il Nevegàl, facciamo uno strappo alla regola e riportiamo sintetizzando quanto contenuto su un articolo apparso nel Gazzettino di Belluno il 23 u.s.

“ProgettaNevegaldomani rientra nelle linee programmatiche del Piano di assetto territoriale del Comune di Belluno”. Replica con i fatti Irma Visalli, assieme a Quinto Piol, a chi l’ha tirata in ballo affermando come il Pd voglia mettere le mani politicamente, sul Nevegàl.
“Che nessuno si permetta di mettere in discussione la dignità del lavoro di qualcun altro afferma “ . ho lavorato due anni offrendo una prestazione professionale, quindi non politica. Si è cercato di costruire un fronte comune, che qualcuno ha pensato fosse solo “fuffa”. A quel punto, quando ho sentito che giravano voci che fosse una manovra politicizzata, ho fatto un passo indietro”.
In Consiglio comunale qualcuno ha detto” Non guardate quel progetto perché è del Pd”.
La Visalli prosegue nel sottolineare come a seguito le espressioni di talune persone, abbia preso la decisione di ritirarsi (essendo iscritta al Pd), puntualizzando che l’idea del progetto era nata proprio dal Circolo Pd di Castion, che poi volutamente ha ritirato il proprio marchio per il bene del Colle, e così è stato.
Noi stessi nei nostri scritti sul nostro portale, non abbiamo mai fatto menzione del Pd citando il lavoro progettuale portato avanti da Irma Visalli.
La Visalli espone compiacimento per come quel lavoro sia stato recepito dal Comune e ora appartiene alla città di Belluno.
Si parla di una cornice cui possono trovare posto altre progettualità, che possono trarre base di partenza dagli spunti inseriti, che oltre a riguardare sport diversificati abbracciano, ambiente, benessere, infrastrutture, divertimento nonché promozioni rivolte al turismo e quant’altro di fattibile.
Ricordando che più di nuova cubatura, il Colle abbisogna di cura dell’arredo urbano in coerenza con il luogo esistente e rifare il piazzale come merita una stazione turistica come il Nevegàl.
Quinto Piol nel ricordare come ultimamente nascano associazioni di ogni tipo con idee “le più fantasiose”, si augura ci sia più unità attorno a un progetto comune e cita ProgettaNevegàlDomani quale pregevole lavoro costato fatica, presentato alla Dmo, al Consiglio regionale Veneto, al Consorzio Valbelluna, da tutti considerato un buon punto di partenza.

In parte tratto da il Gazzettino di Belluno del 23 gennaio 2020.